Il primo ottobre è… glaciazione dei piedi e l’acquisto di una bouillotte!

Sin da che ho memoria soffro di: ciclo fitto, dolori di cervicale, mal di testa causa sinusite poi alleviato da operazione al setto, mal di gola, quello secco, quello che dura venti giorni, quello che i miei coinquilini vorrebbero tagliarmi il collo per non sentirmi mentre m’ingolfo nel cuore della notte, cistite, frequenti afte. Ma quello che più mi angoscia e che davvero mi ha portato molto vicina alle imprecazioni è la glaciazione dei miei piedi. Non appena le temperature si abbassano, anche solo una punta, diventano due pezzi di marmo.Con lo smalto. Allora sono lì, che alle due del mattino me li sfrego l’uno contro l’altro, li metto sotto il phon, sotto l’acqua cocente, li massaggio per favorire la circolazione della minchia che mi ritrovo, ma nulla. Anche perché non ho più il fidanzato, per l’esattezza non ho più le gambe del fidanzato in mezzo alle quali ficcavo sti’ blocchi di granito per addormentarmi serenamente. Quindi giungo alla conclusione che urge l’acquisto di una bouillotte, volgarmente detta “borsa dell’acqua calda”. Sono cosciente che fa anziano, ma d’altro canto io, come i malanni sopra annoverati possono confermare, sono nata anziana, quindi mi adeguo agli anni dentro di me e non a quelli fuori di me che mi vorrebbero, immagino, ancora a cosce all’aria.

Se anche voi soffrite di “glaciazione” acquistate la bouillotte, i santi del calendario che non nominerete ne saranno lieti.

Bouillotte

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s